Santuario di Madonna di Strada

Il Santuario di Madonna di Strada fu realizzato nel XVII secolo per accogliere un’ancona dipinta nel 1506 sul muro di cinta della braida Sivilotti dal pittore Pellegrino da San Daniele. Il 7 settembre 1637, dopo poco più di un anno dalla benedizione della prima pietra da parte del vicario generale mons. Bernardo dei conti di Valvasone (20 luglio 1636), l’affresco fu portato nella chiesa con una solenne processione, e il giorno dopo fu celebrata la prima Santa Messa. nel 1678, accanto alla chiesa, fu costruito il convento dei frati Domenicani, che gestì la chiesa e i suoi beni fino al 1730, anno in cui fu soppresso dalla Repubblica Veneta.

La facciata attuale è stata realizzata da Girolamo D’Aronco nel 1901, con una finta balaustra sulla sommità interrotta al centro da un timpano spezzato. Il portale e le ampie finestre rettangolari hanno mantenuto la posizione che avevano nella vecchia facciata. 

L’interno della chiesa, in stile barocco, presenta, oltre all’ancona di Pellegrino da San Daniele, il settecentesco altare maggiore attribuito a Francesco Fosconi, l’affresco del soffitto della navata con la Presentazione di Maria al Tempio, realizzato da Domenico Fabris nel 1887 e, nell’abside, altri affreschi, opera di Renzo Tubaro, che raffigurano le storie di Maria e di Cristo ed i Quattro Evangelisti. 

GALLERIA